Foto 18/25  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>   (10 foto)
Svincolo Pescate.  Si potrebbe pi¨ facilmente accettare la "grandiositÓ" di autostrade come la A33, se la situazione media della viabilitÓ italiana fosse ugualmente ottimale. In realtÓ, ovviamente, i casi sono assai vari, e mediamente assai meno rosei. Ma non soltanto, come parrebbe logico, su strade di vecchia concezione. Prendiamo ad esempio l'attraversamento di Lecco della nuova SS 36, qui completata nel 1999: gli svincoli mostrano corsie di accelerazione e decelerazione brevissime, quasi nulle, a fronte di un traffico che Ŕ drammaticamente superiore a quello di Cuneo. Del resto le immagini dello Street View possono essere considerate un campione abbastanza casuale, e la differenza di traffico, rispetto alla foto precedente, balza subito all'occhio.

Ancora una volta si realizza bene quello che Ŕ "facile", mentre lÓ dove Ŕ difficile, come in questo caso, si accettano soluzioni decisamente pi¨ brutali. Ma quando il difficile si abbina anche al traffico intenso, scegliere queste soluzioni significa considerare accettabile un rischio nettamente superiore, dato che ovviamente il rischio cresce con entrambi i fattori. Quanti ne sono davvero consapevoli?

Pesi, misure e prioritÓ - Svincolo Pescate.

Si noti che lo svincolo visto sopra non Ŕ affatto un caso isolato: l'attraversamento di Lecco Ŕ pieno di svincoli "azzardati", alcuni addirittura in galleria.


[Indice della sezione / This Section]

[Home page]