Foto 7-16/40  ^ Indice ^   Pag. successiva >>   (foto singola)

Cuneo-Ventimiglia

 Cuneo.  Nel volgere di qualche anno le carrozze prebelliche scompaiono, e i regionali di materiale ordinario ora sono spesso formati da composizioni omogenee di carrozze degli anni '60 (Tipo 1959), nel consueto mix tra grigio ardesia e rosso fegato. Il regionale per Fossano Ŕ appena partito da Cuneo e percorre la tratta in curva del grande viadotto Soleri, prima di immettersi nel rettifilo sottostante la strada (da cui Ŕ presa la fotografia).
Cuneo-Ventimiglia - Cuneo.

 

 Cuneo Gesso.  La Cuneo-Mondový, semplice binario a trazione diesel, non fa ovviamente parte della linea del colle di Tenda ma era comunque una meta del mio girovagare piemontese dei primi anni '90. Peraltro dalla stazione di Gesso, primitiva stazione principale di Cuneo, si diramava la linea per Borgo S.Dalmazzo via Boves (chiusa nel 1960), percorso originale della ferrovia per Tenda.

Un'ALn 663 Ŕ in partenza davanti al sobrio ed elegante fabbricato viaggiatori. Negli anni seguenti, la Cuneo-Mondový verrÓ chiusa durante l'estate, prima solo ad agosto, poi da giugno a settembre, per arrivare alla chiusura totale della linea a giugno 2012.

Cuneo-Ventimiglia - Cuneo Gesso.

 

Limone.  Nell'estate 1997, da neopatentato, organizzo il mio primo viaggio automobilistico per la Val Roya, arrivando a Limone da Laigueglia via Savona e A6 (ancora parzialmente a carreggiata unica nel tratto appenninico). A Limone, sotto la linea aerea ex trifase, sosta una composizione di ALn 663, di cui una giÓ nella nuova colorazione XMPR, che rivestirÓ tutte le automotrici FS nel corso del 2000.
Cuneo-Ventimiglia - Limone.

 

Vievola.  Due ALn 663 tradizionali transitano da Vievola, allora caratterizzata da un grande abete accanto al fabbricato.
Cuneo-Ventimiglia - Vievola.

 

Tenda.  Poco dopo, altre due ALn 663 sostano a Tenda.
Cuneo-Ventimiglia - Tenda.

 

 Saorge.  Nell'estate 2001 arriva la prima ciclogita: salgo in treno fino a Tenda e poi scendo in bici. Sul ponte di Saorge transita una composizione di X2200 e rimorchiata (blu), che ha da poco sostituito le tradizionali automotrici Caravelle SNCF.
Cuneo-Ventimiglia - Saorge.

 

S.Dalmazzo di Tenda.  La data del 31 agosto significa che il mio ritorno da Laigueglia a Milano, a conclusione delle vacanze estive 2006, si era svolto passando per la val Roya. L'automotrice in primo piano Ŕ proprio la X2204, oggi preservata dall'associazione ATTCV e protagonista del viaggio del settembre 2021. Le due rimorchiate intermedie e l'altra automotrice sono giÓ state rivestite con le decorazioni del "Treno delle Meraviglie", ahimŔ piuttosto confuse, come spesso accade alle livree pubblicitarie.
Cuneo-Ventimiglia - S.Dalmazzo di Tenda.

 

Vernante.  Nel 2006 le X2200 arrivavano ancora fino a Cuneo, con la relazione pomeridiana da Nizza. Mentre proseguo il mio viaggio verso casa, le attendo nella corsa di ritorno al viadotto Rivoira. Nel mentre ho infatti imparato la strada per salire fino alla quota del binario.
Cuneo-Ventimiglia - Vernante.

 

Il diesel al mare

 S.Lorenzo-Cipressa.  Se le mie foto della val Roya in epoca pre-digitale e pre-XMPR non sono molto numerose, ho fortunatamente una ben pi¨ ampia collezione dei treni di Tenda nel loro percorso finale in Riviera, fino a San Remo o a Imperia Oneglia. Anzi: proprio componendo questo racconto, mi sono reso conto di quante siano, e di come quei treni mi abbiano costantemente fatto compagnia nel mio esplorare il binario in riva al mare.

Negli anni '80 la relazione di espressi da e per Torino Ŕ asimmetrica: al mattino arriva a Oneglia, al pomeriggio riparte da San Remo. Ne consegue che le automotrici, da Oneglia, ripartono come treno locale per Cuneo. Nell'estate 1987, le due ALn 663 entrano sul primo binario di San Lorenzo per effettuare un incrocio. Fino alla chiusura nel 2001, questa stazione ha conservato la linea aerea ex-trifase sui primi due binari.

Il diesel al mare - S.Lorenzo-Cipressa.

 

 San Remo.  Lo stesso treno da Oneglia percorre la tratta urbana di San Remo, a fianco di via Bixio. Fin da quel primo anno in cui avevo cominciato a esplorare la ferrovia di San Remo, ero rimasto affascinato da questo correre dei treni "di lÓ del muretto", sia nel caso delle automotrici, sia di tutti gli altri treni, le E.656 che rallentavano per entrare in stazione, e una dozzina di carrozze Tipo X mi sfilava accanto, lenta e austera.
Il diesel al mare - San Remo.

 

Foto 7-16/40  ^ Indice ^   Pag. successiva >>

[Indice della sezione / This Section]   [Articolo principale / Main Page: TENDA]

[Home page]