Foto 7/8  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>   (10 foto)
Kodak Instamatic 126 (1974)  Apri documento PDF

L'ultimo periodo di gloria della pellicola fotografica, intorno agli anni '90, vide il fiorire di molte macchine compatte che, pur utilizzando il tradizionale formato 135, grazie alla motorizzazione avevano automatizzato tutte le operazioni, rendendole semplici anche per il profano. Nei due decenni precedenti, invece, la tecnologia si era orientata ad offrire formati di pellicola in caricatore, di facile utilizzo, applicati a macchine economiche, completamente meccaniche e molto semplici. Una di queste, che in famiglia usammo intensamente per circa un decennio dalla metÓ degli anni '70, era la Kodak Instamatic, che utilizzava il caricatore 126, quello immediatamente identificabile perchÚ produceva foto quadrate.

Si trattava di un modello tutto in plastica, ma affidabile e robusto, a fuoco fisso e diaframma fisso, in cui l'unica regolazione "sole/nuvoloso" agiva in realtÓ sul tempo di esposizione (anche se non veniva detto!). Peraltro i due tempi, 1/100 e 1/50, non scongiuravano affatto il rischio di foto mosse... Il flash era del tipo "a cubo", usa e getta (i flash elettronici per i modelli economici erano ancora di lÓ da venire) ed era in grado di garantire quattro lampi, tante quante erano appunto le facce del cubo.

Fotocamere (anni '70) - Kodak Instamatic 126

[Indice della sezione / This Section]

[Home page]