Foto 48-57/72  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>   (foto singola)

E.428 sui Giovi

Isola del Cantone.  Visto che il treno svolge servizio viaggiatori in tutte le stazioni, tentiamo un inseguimento. Sulla curva in uscita da Isola, la forma robusta e antica della E.428.202 enfatizzata al meglio.
E.428 sui Giovi - Isola del Cantone.

 

Isola del Cantone.  Ed ecco anche la sequenza di avvicinamento. Inutile dire che, ad assistervi dal vivo, davvero uno spettacolo notevole!
E.428 sui Giovi - Isola del Cantone.

 

Pietrabissara.  Come foto-bonus al volo, l'ingresso a Pietrabissara.
E.428 sui Giovi - Pietrabissara.

 

Arquata.  E infine, sfruttando il margine della sosta a Rigoroso, troviamo per puro caso questo punto in ingresso ad Arquata semi-vintage, con le due linee affiancate, quella via Isola e la diretta.
E.428 sui Giovi - Arquata.

 

Genova Pontedecimo.  Tre anni prima, nel 2014, lo stesso treno stato effettuato con la E.428.202 in testa e in coda la E.626.294 (OM-CGE, 1937).
E.428 sui Giovi - Genova Pontedecimo.

 

Genova Pontedecimo.  In partenza da Pontedecimo con la E.626.294 in coda, nel contesto urbano tipico dell'entroterra genovese.
E.428 sui Giovi - Genova Pontedecimo.

 

Piano Orizzontale.  Nel viaggio di ritorno, alle ultime luci del pomeriggio, il treno entra a Piano Orizzontale dei Giovi.
E.428 sui Giovi - Piano Orizzontale.

 

 Busalla.  Ottobre 2018, nuovo appuntamento sui Giovi. Viste le previsioni ostiche, scelgo di prendermela comoda e di andare in bici. Parto con il nuovo regionale delle 8.30, direzione Ronco. Cappuccino in stazione e poi ho tutto il tempo per trasferirmi a Busalla. Il treno viene insolitamente ricevuto sul binario 2: ecco l'uscita dalla galleria di valico dei Giovi, pietra miliare della primissima storia ferroviaria italiana (1853).
E.428 sui Giovi - Busalla.

 

 Isola del Cantone.  Durante le ore centrali, colgo l'occasione per andare a salutare la A2, l'elettromotrice storica della Ferrovia Genova-Casella. Devo poi ritornare a Ronco con una certa fretta, ma fortunatamente la strada in discesa e in 42 minuti sono sul marciapiede: 14 km, media di 20 km/h netti! Salgo sul treno storico in partenza per Arquata: dal finestrino si ammira la composizione robusta.
E.428 sui Giovi - Isola del Cantone.

 

 Isola del Cantone.  Da Arquata retrocedo a Isola con un Vivalto. Qui i tempi sono comodi: t al bar ed ecco il transito da Isola, con l'E.626 in testa e il bagagliaio inox in prima posizione (l'E.428 ovviamente in mezzo anche se non si vede).
E.428 sui Giovi - Isola del Cantone.

 

Foto 48-57/72  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>

[Indice della sezione / This Section]

[Home page]