Foto 40-49/63  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>   (foto singola)

Vapore a Palazzolo

 Palazzolo.  
Vapore a Palazzolo - Palazzolo.

 

 Palazzolo.  In stazione sono esposti anche due automotori storici restaurati, il 208.003 e il 209.002 della ABL - Antonio Badoni, Lecco - il più celebre costruttore italiano di veicoli di questo tipo.
Vapore a Palazzolo - Palazzolo.

 

 Palazzolo.  L'arrivo della corsa successiva, in orario più pomeridiano.
Vapore a Palazzolo - Palazzolo.

 

 Palazzolo.  Il monogramma FS fa bella mostra di sé in stazione.
Vapore a Palazzolo - Palazzolo.

 

 Palazzolo.  La 625.177 effettua uno dei consueti treni per il lago d'Iseo Milano-Paratico, qui durante il viaggio di ritorno, tra i vigneti della valle dell'Oglio, circa a metà strada tra Paratico e Palazzolo.
Vapore a Palazzolo - Palazzolo.

 

Elettrotreni a Milano Centrale (2013)

 ETR.220.  Il 3 ottobre 2013, anniversario della prima ferrovia italiana (1839) si coglie l'occasione per festeggiare anche i 25 anni dell'ETR.450, il primo elettrotreno Pendolino costruito in serie (1988). Per partecipare all'evento, ritorna a Milano Centrale anche l'ultimo esemplare funzionante degli ETR.220, gli spettacolari elettrotreni rapidi nati negli anni '30 come ETR.200 e trasformati in ETR.220 negli anni '60.
Elettrotreni a Milano Centrale (2013) - ETR.220.

 

 ETR.220.  L'ETR.232 è nato come ETR.212 a tre elementi in colorazione castano e Isabella, consegnato da Breda nel gennaio 1939; è stato trasformato nel settembre 1963 in ETR.232 (gruppo 220 a quattro elementi e colorazione attuale); poi potenziato nel febbraio 1968 con nuovi carrelli e motori, analoghi a quelli di ALe 601 ed ETR.250; infine nel 1987 dotato di più posti a sedere, in luogo del bagagliaio. Sotto le tettoie di Milano Centrale, della stessa epoca dell'elettrotreno d'origine, esso offre feconde chiavi di lettura sulla progettazione architettonica e stilistica degli anni '30.
Elettrotreni a Milano Centrale (2013) - ETR.220.

 

 ETR.450.  Il "festeggiato", ETR.450, realizzato dalla Fiat Ferroviaria di Savigliano tra il 1987 e il 1993, in 15 esemplari da 9 elementi ciascuno. Dopo i primi servizi non stop Milano-Roma in 3h58, ha poi passato la maggior parte della sua vita sulle relazioni da Roma verso Ancona, Perugia e Reggio Calabria. Gli ultimi esemplari, tra cui il treno 10 qui ritratto, sono ancora in servizio nel 2013 proprio come Intercity Roma-Reggio Calabria.
Elettrotreni a Milano Centrale (2013) - ETR.450.

 

 ETR.220.  Insieme all'ETR.450, viene presentato anche il primo Pendolino in assoluto, l'esemplare unico ETR.401 del 1976. Utilizzato nei primi anni in servizio regolare sulla Roma-Ancona, aveva poi vissuto una carriera di servizi speciali e charter. Il treno era fermo da anni in stato di abbandono ad Ancona: per l'occasione è stato curato il restauro statico di solo due dei quattro elementi che lo compongono (per gli altri due il destino resta incerto).
Elettrotreni a Milano Centrale (2013) - ETR.220.

 

 E.428.202.  L'ETR.401, non funzionante, viene manovrato dalla E.428.202 (Ansaldo, 1939) anch'essa del parco storico, qui vista di scorcio, sullo sfondo della vecchia Cabina A della stazione centrale (1931).
Elettrotreni a Milano Centrale (2013) - E.428.202.

 

Foto 40-49/63  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>

[Indice della sezione / This Section]

[Home page]