Foto 9-18/25  ^ Indice ^   Pag. successiva >>   (foto singola)

Riviera 1950

880.  Comincia a passare il tempo... Da qualche parte a met anni '70: l'ultimo vapore ancora sotto il bifilare, con un bel fumo nero... molto autentico!
Riviera 1950 - 880.

 

Nuovo! D.445.  1975: la D.445 nuova di fabbrica si trova a trainare un treno locale negli ultimi momenti dell'elettrificazione trifase.

La locomotiva un'economicissima Lima della serie giocattolo, in origine in colorazione navetta e pazientemente ridipinta per divertimento. Le carrozze sono le ex Lima ex Rivarossi che qualche anno fa erano state messe in vendita in edicola insieme a un'enciclopedia di modellismo, anch'esse ridipinte dal castano all'ardesia.

Riviera 1950 - D.445.

 

Con il passare del tempo...

Nuovo! E.636.  La Riviera ormai in corrente continua, ma ancora con palificazione ex-trifase. Una E.636 Roco (produzione 1989, trasformata in versione di seconda serie, con il riquadro castano sul frontale) in testa al suo locale, con una Corbellini Rivarossi. Se vi state domandando che fine abbia fatto il secondo filo aereo... be', magia di Photoshop!
Con il passare del tempo... - E.636.

 

E.444.  Transita il TEE Ligure, il pi speciale tra tutti i treni che hanno percorso la nostra Riviera. La locomotiva Lima della produzione anni '90, la carrozza TEE l'originale Rivarossi.
Con il passare del tempo... - E.444.

 

E.656.  Fine anni '80... arriva un'E.656 (avevo dimenticato di alzare anche il pantografo anteriore...eccolo alzato con un lavoretto digitale!).
Con il passare del tempo... - E.656.

 

Nuovo! E.646.  A met anni '70, il TEE Cycnus Ventimiglia-Milano con una E.646 con modanature (produzione Lima inizio anni '90 variamente rielaborata).
Con il passare del tempo... - E.646.

 

Nuovo! E.656.  Ancora una economica E.656 Lima serie giocattolo, giusto un po' rielaborata... e questo credo sia lo scatto pi evocativo di tutti: la carrozza tedesca in prima posizione, la roccia calcarea di sfondo, l'orizzonte del mare...c' tutto l'imprinting della mia Riviera! E anche una piccola dose di fortuna, perch la foto stata presa senza neanche pensarci troppo ai dettagli, proprio uscita bene di suo!
Con il passare del tempo... - E.656.

 

La costruzione

Vista d'insieme.  E infine... ecco svelato il teatro di posa!

Qualche nota di backstage: si tratta di un diorama dalle dimensioni particolarmente ridotte; misura appena 70 x 27 cm. Se dalle foto sembra molto pi esteso... era ovviamente un effetto voluto! Lo realizzai intorno al 1994, proprio per esporre le mie E.330 ed E.333. Le foto del 2004 sono scattate con Minolta Dimage 7 con vera luce solare. Le altre con la Canon A720 su cavalletto, pose intorno ai 2 s e illuminazione artificiale (un po' disomogena come temperatura di colore, ma avevo cominciato a scattare davvero per scherzo...). Lo sfondo un foglio A3 stampato con l'effetto nuvole dell'omonimo filtro di Photoshop. Siccome lo reggevo a mano, ha generato un effetto di "mosso" che, al margine inferiore, simula insospettatamente bene l'orizzonte del mare, contribuendo in modo fondamentale a ricreare un'ambientazione di Riviera, in una giornata leggermente velata.

La costruzione - Vista d'insieme.

 

Nuovo! Vista d'insieme.  Ancora il set utilizzato per il TEE Ligure (ovviamente prima della rimozione digitale del secondo filo). I pali trifase sono acquistati. Il doppio filo ottone da 0.5 mm, salvo il tratto sfocato in primo piano in alcune foto, che digitale, perch oltre la fine del diorama. Collegando normali binari H0 agli estremi, il diorama realmente percorribile, anche con sistema Mrklin: nelle foto si intravedono i punti di contatto, sotto forma di chiodini, che chiudono il circuito su una sottile striscia di rame infilata tra il binario e il piano di legno di appoggio. Il binario in primo piano un Roco adattato, utilizzato come transizione verso i normali binari Mrklin M.
La costruzione - Vista d'insieme.

 

Assemblaggio E.550.  Le locomotive che abbiamo incontrato sono tutte autocostruite con plastica in fogli. Realizzai la E.550 nell'estate 1999; poi rimasta pi di 10 anni in attesa di essere completata (!) e solo a maggio 2010 ho eseguito la verniciatura castano e l'ho assemblata. Le ruote sono Roco (BR 89) e il telaio predisposto per ricevere un motore Roco (che non ho ancora montato). Il trolley acquistato come parte di ricambio della E.333 Metropolitan, con il parallelogramma articolato realmente funzionante (a differenza, purtroppo, di quello della successiva E.431 Rivarossi).
La costruzione - Assemblaggio E.550.

 

Foto 9-18/25  ^ Indice ^   Pag. successiva >>

[Indice della sezione / This Section]

[Home page]