Foto 2/6  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>   (10 foto)
Passirano (BS), linea Brescia-Edolo (Ferrovienord)  La distanza di 150 m raramente presente anche in stazioni di un certo livello, per il semplice fatto che, quando queste sono state progettate, il problema era del tutto assente. Ma nelle piccole stazioni che il paradosso ancor pi evidente. Prendiamo ad esempio Passirano, tipica stazione secondaria della ferrovia Brescia-Edolo. Qui al momento (2022) il sistema di sicurezza non l'SCMT ma una differente tecnologia semplificata, denominata SSC: quando venne sviluppato l'SCMT, si ritenne infatti opportuno applicare un'alternativa pi economica alle linee minori, che realizzava la funzione essenziale - fermare il treno se si supera per sbaglio un segnale rosso - ma non permetteva molto di pi, e verrebbe quasi da dire: per fortuna! L'SSC, utilizzata anche su molte linee diesel di RFI, ormai in via di sostituzione con l'SCMT, che si porta quindi dietro la riduzione a 10 km/h.

Alcuni esempi fotografici - Passirano (BS), linea Brescia-Edolo (Ferrovienord)

Come si vede dall'ortofoto, da scambio a scambio ci sono 240 m (200 m in altre stazioni della linea). Aggiungere 150 m per parte, oltre a circa 100 m per il treno, significherebbe creare un "ecomostro" da 450 m, il doppio rispetto a oggi, qualcosa di completamente fuori scala rispetto alla maggioranza dei luoghi attraversati dalle ferrovie secondarie.


[Indice della sezione / This Section]

[Home page]