Foto 6/42  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>   (10 foto)
Locomotive a vapore con tender separato - Gr. 290
Gr. 290 (1899-1913, 338 unità). Progettate sin dal 1899 dalla Rete Adriatica, erano macchine a tre assi, a semplice espansione e vapore saturo, di foggia ancora ottocentesca. Si trattava dell'ultimo stadio evolutivo dell'ampia famiglia delle Bourbonnais - cioè appunto le locomotive di rodiggio C - e precisamente di una evoluzione del Gruppo 270 (350 RA). Le prime 112 unità, costruite entro il 1904, entrarono in servizio come 3631-3742 RA, ma le FS inclusero anche le 290 all'interno dei tipi unificati di locomotive a vapore della nuova amministrazione statale, e ne proseguirono quindi la costruzione fino a un totale di ben 338 esemplari. E' significativo pensare che quando usciva di fabbrica l'ultima 290, nel 1913, erano già nate le prime 685, macchine concettualmente ed esteticamente ben più moderne.

Le prime 30 unità vennero accoppiate a piccoli tender a due assi, per potersi girare anche sulle piattaforme di minore lunghezza, ma forse l'elemento più saliente delle 290 è proprio il nuovo tender a tre assi da 12 metri cubi d'acqua e 7 ton di carbone, che venne introdotto nel 1901 e diventò poi uno standard per le FS. Le 290 vennero radiate entro gli anni '50, ma l'unica unità sopravvissuta, la 290.319, viene ricordata per essere stata la prima macchina portata al museo di Pietrarsa nel 1982.


[Indice della sezione / This Section]

[Home page]