Pontedecimo.


Due mondi a confronto, verosimilmente in stazione di Pontedecimo: la locomotiva a vapore 470.102, con la numerazione d'origine 47102, allora anch'essa nuovissima (Officine Meccaniche di Milano, 1909) e la piccola locomotiva trifase E.550.020 (fino al 1913: 0520), costruita nel 1910 a Vado Ligure dalla Westinghouse. Il carro tra le due macchine, anche se di foggia inconsueta, Ŕ il tender della 470, che era dotato di cabina per il capotreno ed era di norma agganciato dal lato del camino (le scorte di carbone stavano invece sulla macchina, nel vano rettangolare che si vede sopra il forno).

Come racconto nell'articolo sui 100 anni delle FS, il confronto tra le E.550 e le 470, allora le migliori macchine a vapore da montagna, a doppia espansione con motore Plancher, vedeva le piccole locomotive trifasi in schiacciante vantaggio: le E.550 pesavano il 20% in meno (60 t contro 75) e potevano affrontare la rampa a velocitÓ doppia (50 km/h invece di 25) con un carico del 12% superiore (190 t invece di 170) e naturalmente senza pi¨ fumo, in condizioni di lavoro incomparabilmente migliori. Utilizzando le E.550 in doppia trazione (una macchina in testa e una in coda) si potevano effettuare treni da 380 t con frequenza di 10 minuti, un risultato impensabile con la trazione a vapore.


Torna alla gallery "SocietÓ Italiana Westinghouse (archivio ETH ZŘrich)"   [Indice della sezione / This Section]

[Home page]