Apri la mappa ad alta risoluzione / Open full size map
Apri lo zoom interattivo / Open pan-zoom
Dalla collezione di Leandro Colli, che ne illustra anche i punti salienti.

Mettendo a confronto questa mappa con la precedente del 1922, si possono vedere le modifiche realizzate agli impianti ferroviari di Firenze, che preludono alla costruzione della nuova stazione di Santa Maria Novella, mentre č ancora inalterato, nella zona, il tracciato viario che assumerā la veste attuale solo alla fine degli anni '30. Si notano alcune modifiche ai percorsi tranviari, allora assolutamente "centripeti", con la permanenza dei 4 capilinea centrali di Piazza della Signoria (fino al 1936), del Mercato Nuovo (dove c'č la celebre fontana del "Porcellino" di Pietro Tacca), di via dei Pecori e di Piazza del Duomo dal lato del Campanile di Giotto.

Alla pianta si accompagnano gli estratti dalle Guide 1922, 1929, 1937 e 1950, con l'elenco singole linee tranviarie e l'indicazione sommaria dei relativi percorsi, che fino a tutti gli anni '30 erano, salvo poche eccezioni, a carattere radiale. Solo nel dopoguerra molte linee radiali vennero accoppiate in modo da costruire percorsi diametrali che costituscono ancora le linee di forza della rete di oggi.


Torna alla gallery "Cittā italiane, anni '20"   [Indice della sezione / This Section]

[Home page]