Apri la mappa ad alta risoluzione / Open full size map
Apri lo zoom interattivo / Open pan-zoom
Le tre mappe dell'Editrice Sacchi, realizzate in cromie differenti su una base cartografica simile, mostrano lo sviluppo della "cittā pianificata" nei primi due decenni del XX secolo. Inizialmente le nuove vie sono un semplice tratteggio sulla carta, particolarmente interessante nei quartieri di nord-ovest (Cenisio-Sempione) e ovest (futura via Washington) che verranno poi realizzati con notevole fedeltā al progetto. L'area interna alla cerchia dei Bastioni spagnoli č ormai quasi completamente saturata e il confine della cittā č spesso legato alla cerchia ferroviaria, soprattutto a nord e a ovest. In particolare appare giā la nuova edificazione dello "spicchio" tra la linea delle Ferrovie Nord Milano e il corso Magenta (zona di via Vincenzo Monti), tra i primi quartieri dello sviluppo moderno fuori mura: non a caso la prima tranvia elettrica del 1893 passō proprio di qui. Il centro cittā č giā nella configurazione definitiva: il Parco al posto della Piazza d'Armi (1893), il Foro Bonaparte, la via Dante (1895) e la piazza del Duomo (1865). Si nota anche il "Trotter" nell'area che poi verrā scelta per la nuova Stazione Centrale.
Collezione Matteo Sonz.


Torna alla gallery ""La cittā che sale""   [Indice della sezione / This Section]

[Home page]