Foto 31-40/45  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>   (foto singola)

Intorno al Parco Sempione

 I Bagni Misteriosi.  La fontana di De Chirico, vista dall'alto della Torre del Parco.
Intorno al Parco Sempione - I Bagni Misteriosi.

 

 Ponte delle Sirenette.  Con la Torre del Parco in trasparenza tra i rami invernali. Il Ponte fu realizzato nel 1842 e collocato lungo la "cerchia interna" del Naviglio, in via Visconti di Modrone. Con la copertura della cerchia, venne trasferito nel 1930 al Parco Sempione.
Intorno al Parco Sempione - Ponte delle Sirenette.

 

 Arena Civica.  Vista invernale del corpo principale dell'Arena neoclassica (Luigi Canonica, 1806), all'interno del Parco Sempione (in origine al limitare nord dell'allora Piazza d'Armi, dal momento che il Parco è nato solo a partire dal 1893).
Intorno al Parco Sempione - Arena Civica.

 

 Arco della Pace.  Ritrovo di famiglie sul grande selciato.
Intorno al Parco Sempione - Arco della Pace.

 

 Castello Sforzesco.  Panoramix (un po' estremo...) dal fronte all'intero fianco est.
Intorno al Parco Sempione - Castello Sforzesco.

 

Verso le periferie

 Villa Simonetta.  Si tratta di un interessante esempio di villa patrizia rinascimentale (fine '400 - 1547) e, tra le ville suburbane sopravvissute, è probabilmente quella che si è ritrovata oggi nel contesto più "urbano", al limitare dello scacchiere di vie ortogonali della città pianificata dell'inizio del XX secolo, che ha eroso quasi del tutto il terreno agricolo che la circondava. Ad esempio dalla mappa del 1878 si vede bene il grande quadrato di pertinenza che avvolgeva la villa, pur intaccato al margine dalle nuove linee ferroviarie. Nella mappa del 1904 (in alto a sinistra) sopravvive l'ultimo quarto del quadrato, che scomparirà di lì a poco.
Verso le periferie - Villa Simonetta.

 

 Villa Litta.  La Villa Litta Modignani (1687) è un classico esempio di dimora suburbana, situata ad Affori, alla periferia nord della città ed è oggi sede decentrata del Comune. Con le trasformazioni del 1720-30, venne dotata di due assi prospettici ("cannocchiali ottici"), ben visibili ad esempio nel particolare della mappa Brenna del 1865: uno, verso est, corrispondente all'attuale viale Affori, attraverso il nucleo dell'abitato; l'altro, decisamente più monumentale, rivolto a nord (viale Visconti Gherardini, nella mappa) e oggi perduto nell'edificato moderno. Tuttavia alla sua estremità settentrionale, oltre la ferrovia e a lato della via Comasina, ne sopravvive a sorpresa il portale monumentale, con obelischi e sfingi, qui fotografati in una lucente mattina di primavera.
Verso le periferie - Villa Litta.

 

 Villa Litta.  
Verso le periferie - Villa Litta.

 

 S.Mamete.  La chiesa rurale di S.Mamente è una minuscola preesistenza storica nel periferico quartiere della Bovisasca, accanto al cavalcavia della ferrovia Milano-Seveso.
Verso le periferie - S.Mamete.

 

Chiaravalle.  L'Abbazia Cistercense S.Maria di Chiaravalle non ha bisogno di presentazioni, essendo una delle mete classiche delle gite "fuori porta". Proprio la piacevolezza con cui periodicamente vi torno mi spinge a includerla anche in questa pagina, oltre che nella raccolta dedicata. Qui la torre nolare è vista dal tracciato originale della ferrovia Milano-Genova, traslato verso est nel 2007.
Verso le periferie - Chiaravalle.

 

Foto 31-40/45  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>

[Indice della sezione / This Section]

[Home page]