Foto 1-15/45  ^ Indice ^   Pag. successiva >>   (foto singola)

La ferrovia del Monte Generoso

La linea.  La ferrovia del Monte Generoso, lunga 9 km, dal particolare scartamento di 800 mm e dotata in tutta la sua lunghezza di cremagliera sistema Abt, venne inaugurata il 4 giugno 1890. La stazione principale si trova accanto a quella delle Ferrovie Federali Svizzere, ma i binari arrivano fino a Capolago-Lago, presso l'imbarcadero, da cui originariamente partivano tutte le corse per il Generoso; negli ultimi anni Capolago-Lago è stata utilizzata da una sola corsa a metà mattina, ovviamente in coincidenza con il battello da Lugano. Questa mappa vintage è stata fotografata all'interno del deposito-officina, collocato tra il lago e la stazione delle Ferrovie Federali.
La ferrovia del Monte Generoso - La linea.

 

Tram di Lugano.  In questa immagine di Lugano Paradiso una vettura tranviaria a due assi in servizio sulla linea 1 sta percorrendo il lungolago mentre sullo sfondo si staglia a sinistra la mole della Sighignola, e più al centro quella del Monte Generoso. La rete tranviaria urbana di Lugano, a scartamento metrico e tutta a binario unico con raddoppi, era composta nella sua massima estensione da 4 linee per circa 7 km di lunghezza totale. Fu attivata nel 1896 alla particolare tensione di 400 V in corrente alternata trifase, per poi essere convertita ai più comuni 1000 V in corrente continua nel 1910. Le 12 vetture tranviarie a due assi che componevano il parco rotabile della rete furono sostituite dai filobus a partire dal 1959 ma anche la rete filoviaria di questa città è stata infine chiusa nel 2001.
La ferrovia del Monte Generoso - Tram di Lugano.

 

Locomotiva a vapore.  Il parco iniziale comprendeva 6 locomotive a vapore H 2/3 di costruzione SLM di Winterthur, caratterizzate dalla cabina inclinata e da una curioso vano bagagli posto davanti alla corta caldaia, inizialmente coperto. In questa immagine si nota bene la particolare struttura della locomotiva n. 2 quando era monumentata a Capolago. Nel 1985 è stata rimessa in ordine di marcia ed è tuttora disponibile per treni storici.
La ferrovia del Monte Generoso - Locomotiva a vapore.

 

Locomotiva a vapore.  Negli anni '50 la ferrovia acquisì dalla Montreux - Territet - Glion - Rochers-de-Naye-Bahn due ulteriori locomotive a vapore, che entrarono nel parco come n. 7 e 8, mentre nel 1956 seguì una terza locomotiva proveniente dalla stessa linea e divenuta n. 9. In questa cartolina degli anni '50 la locomotiva n. 8 sta scendendo con un convoglio formato da una singola carrozza della dotazione originale. Le locomotive a vapore viaggiavano sempre posizionate lato valle, come nella larga maggioranza delle linee a dentiera, e con la cabina a sua volta a valle.
La ferrovia del Monte Generoso - Locomotiva a vapore.

 

Locomotiva diesel.  Alla fine degli anni '50 la società esercente decise di convertire la trazione da vapore a Diesel. Per questo motivo, riutilizzando i telai delle vaporiere n. 5 e 6, vennero costruite dalla ditta svizzera Saurer altrettante locomotive Diesel Hm 2/3 n. 1 e 2. In questa immagine uno di questi mezzi è ripreso sul tratto alto della ferrovia. La locomotiva n. 1 è ancora attiva per il traino saltuario di treni regolari oltre che di convogli di servizio.
La ferrovia del Monte Generoso - Locomotiva diesel.

 

Automotrici.  Sempre negli anni '50 la ferrovia si dotò anche di due automotrici a carrelli Bhm 2/4 n. 3 e 4, di costruzione SIG e dotate di motore Bussing, poi sostituito con un propulsore MAN all'inizio degli anni '80. Purtroppo nessuna di queste interessanti automotrici è stata preservata. In questa immagine entrambe le vetture stanno affrontando la discesa dalla vetta verso rive del Lago di Lugano, nel tratto più spettacolare della linea, in cui il binario percorre la sella che separa il Lago di Lugano dal bacino lariano. Più automotrici che si inseguono a breve distanza erano una caratteristica tipica delle giornate più trafficate: a Bellavista le automotrici si compattavano sullo stesso binario, per permettere l'incrocio con il treno nel senso opposto (avviene ancora oggi così, dopo la riapertura della linea nel 2017, due elettromotrici che si inseguono, negli orari con più viaggiatori).
La ferrovia del Monte Generoso - Automotrici.

 

Automotrice.  Un'inquadratura molto simile alla precedente, in versione a colori. La classica combinazione di un'automotrice Bhm 2/4 e di un rimorchio a due assi è quella che ricordo anche nelle mie gite del 1975-76.
La ferrovia del Monte Generoso - Automotrice.

 

Nuovo! Galleria Vetta.  L'immagine del treno ripresa da dentro la galleria Vetta è un po' il simbolo della linea e inquadra tutta la tratta terminale fino agli edifici del capolinea (oggi tutti demoliti tranne quello più in basso a destra).
La ferrovia del Monte Generoso - Galleria Vetta.

 

Automotrice.  Nel 1968 entrarono in servizio due curiose automotrici Bhm 1/2 n. 5 e 6, dal caratteristico rodiggio con due assi di cui uno solo motore e dotate di soli 33 posti. Vennero costruite dalle officine sociali ed erano dotate di un motore Caterpillar. In questa immagine uno di questi particolari mezzi, caratterizzati dalle grandi superfici vetrate, è in sosta nella stazione FFS di Capolago accoppiato ad una rimorchiata chiusa. Una di queste automotrici è stata conservata nel Museo Ogliari di Ranco (VA), dal 2015 trasferito a Volandia, presso l'aeroporto di Malpensa.
La ferrovia del Monte Generoso - Automotrice.

 

Rimorchio aperto.  Con le automotrici venivano utilizzate sia rimorchiate chiuse, sia caratteristiche vetture aperte. In questo primo piano a Bellavista è ripresa una di queste rimorchiate panoramiche aperte, ovviamente utilizzabile solo nei giorni di bel tempo. La "cucina italiana" era evidentemente un vanto del luogo, rivolto alla clientela dall'Italia!
La ferrovia del Monte Generoso - Rimorchio aperto.

 

Volantino pubblicitario.  Da un volantino promozionale dei primi anni '70, riproduco un collage di immagini tradizionali: la celebre inquadratura dalla galleria; una non comune visione della vetta innevata (la linea è abitualmente chiusa fino a marzo e quindi il servizio con la neve è relativamente raro); la discesa sul lago, con il paese di Riva San Vitale per sfondo.
La ferrovia del Monte Generoso - Volantino pubblicitario.

 

Automotrice.  Una "vera fotografia" colorizzata mostra la vettura diesel e il suo affollato rimorchio. In realtà, come si vede dalle immagini a colori, il rosso reale era molto più caldo: ho preferito lasciarlo nella sua versione violacea, che era quella tipica degli inchiostri utilizzati per colorare le cartoline dell'epoca.
La ferrovia del Monte Generoso - Automotrice.

 

Dentiere.  Presso la stazione di Capolago, sono esposti quattro classici modelli di dentiera:
  • la Riggenbach in cui i denti sono realizzati con pioli saldati tra due profilati a U contrapposti (costruttivamente meno complessa con la tecnologia dell'Ottocento); è usata ad esempio sulla Arth Goldau-Rigi, la Rorschach-Heiden e la St.Gallen-Appenzell-Altstätten, oltre che in Italia sulla Principe-Granarolo (GE) prima della ricostruzione del 2012;
  • la Abt dove sono presenti due ruote dentate con i denti sfalsati, che possono ingranare in altrettante cremagliere; oltre che sul Monte Generoso, è usata ad esempio sulla Visp-Zermat, sul Gornergrat e sulla Furka-Oberalp;
  • la Strub che rappresenta il tipo più classico, utilizzato ad esempio sullo Jungfrau e in Italia sulla Sassi-Superga (TO);
  • infine la particolarissima Locher con due ruote orizzontali, usata sul Pilatus di Lucerna a motivo della sua elevatissima pendenza
.
La ferrovia del Monte Generoso - Dentiere.

 

Dentiera e scambio.  Primo piano del cuore dello scambio, in cui si vede che la doppia dentiera Abt è sopraelevata rispetto alla rotaia. I due rami centrali della dentiera sono mobili (come si intuisce anche dalla tiranteria visibile sulla destra), ma la struttura dello scambio è comunque più semplice ad esempio di quella di Superga, in cui la dentiera mobile passa senza soluzione di continuità sopra la rotaia (foto). Sullo sfondo una delle barriere antirumore sorte negli ultimi anni sulla linea Chiasso-Lugano, così come in molte altre parti della Svizzera (purtroppo tutto il mondo è paese per certi aspetti).
La ferrovia del Monte Generoso - Dentiera e scambio.

 

Nuovo! Bellavista.  Curiosa geometria di due scambi in successione (il secondo porta al tronchino non elettrificato). I due pioli rossi hanno la funzione di traversa limite.
La ferrovia del Monte Generoso - Bellavista.

 

Foto 1-15/45  ^ Indice ^   Pag. successiva >>

[Indice della sezione / This Section]

[Home page]