Foto 16-30/37  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>   (foto singola)

Riviera

Imperia Porto Maurizio.  Il fronte del Borgo Prino, chiuso dal passaggio a livello, di cui si riconosce il casello.
Riviera - Imperia Porto Maurizio.

 

San Remo.  
Riviera - San Remo.

 

Recco.  La città, rasa al suolo dai bombardamenti che avevano lo scopo di distruggere il viadotto ferroviario, è stata ricostruita in forme moderne, compresa la chiesa parrocchiale in primo piano. Il nuovo viadotto ferroviario a sei archi parabolici è stato completato nel 1948 (foto del viadotto, prima della ricostruzione della città).
Riviera - Recco.

 

Camogli.  
Riviera - Camogli.

 

San Fruttuoso.  
Riviera - San Fruttuoso.

 

San Fruttuoso (part.).  
Riviera - San Fruttuoso (part.).

 

S.Fruttuoso.  
Riviera - S.Fruttuoso.

 

Zoagli.  
Riviera - Zoagli.

 

Monterosso.  Panorama invernale da Levante, con il viadotto della ferrovia ancora a semplice binario (il raddoppio della tratta Monterosso-Corniglia è stato attivato nel 1962).
Riviera - Monterosso.

 

La ferrovia a Celle

Celle.  In stazione è fermo un treno viaggiatori trainato da una locomotiva trifase E.333. Il fascio littorio che si intravede sulla cabina fa datare la foto negli anni Trenta. L'edificio di stazione è ancora quello d'origine in legno, che a Celle sopravviverà fino alla chiusura della linea nel 1977.
La ferrovia a Celle - Celle.

 

Celle.  Nella primavera del 1945, a Celle l'esercito tedesco causò una colossale esplosione che fece crollare la montagna, interrompendo l'Aurelia e la ferrovia (non vi furono comunque vittime, perché l'esplosione era stata preannunciata). Per alcuni mesi la ferrovia venne esercitata suddivisa in due tronconi, di qui e di là della frana, con trasbordo; poi nel giugno 1945 venne realizzata una variante provvisoria, con il binario posato più a mare, direttamente sui detriti, mentre nel frattempo si provvedeva a ricostruire la linea originaria e la via Aurelia. La variante durò fino al 20 dicembre 1953, quando venne riattivata la linea normale e l'Aurelia nella versione ancora oggi esistente. Numerose cartoline hanno documentato le varie fasi della ricostruzione: in questa si vede la montana ancora "nuda" e il binario posato sugli scogli, con all'estremo destro il passaggio a livello provvisorio, dove sta transitando un treno viaggiatori.
La ferrovia a Celle - Celle.

 

Celle.  La vista dall'altro lato mostra chiaramente il binario della variante, posato sul lungomare, il passaggio a livello provvisorio e il binario originale interrotto e in ricostruzione.
La ferrovia a Celle - Celle.

 

Celle.  Ed ecco la variante di Celle, ancora in uno stato abbastanza arretrato di ricostruzione, mentre si stanno innalzando i contrafforti di cemento. Ma la sorpresa dell'immagine è tutta per una presenza inconsueta e preziosa: la mitica automotrice Belvedere ALtn 444.3001 in transito! Il passaggio a livello è regolarmente chiuso e un paio di auto e qualche autocarro sono in attesa.
La ferrovia a Celle - Celle.

 

Celle.  La variante dell'Aurelia ormai completata.
La ferrovia a Celle - Celle.

 

Genova

Via Ciano.  Si tratta della via Buozzi, affollata di tram e pedoni, ribattezzata per breve tempo "Costanzo Ciano" nei primissimi anni '40 (Costanzo, militare e politico, padre di Galeazzo, era morto nel 1939). A sinistra il mercato comunale coperto; sullo sfondo è ancora presente la tettoia metallica dei binari tronchi di Genova Piazza Principe.
Genova - Via Ciano.

 

Foto 16-30/37  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>

[Indice della sezione / This Section]

[Home page]