Foto 38-47/65  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>   (foto singola)

Ceva - Ormea

 Eca Nasag.  La pi minuscola delle fermate della linea, ormai in un paesaggio che si fatto alpino.
Ceva - Ormea - Eca Nasag.

 

Nuovo! Eca Nasag.  Quasi venti anni pi tardi, la ferrovia giunta all'ultimo mese di servizio, ma il minuscolo fabbricato di Eca ancora l, ad accogliere il treno e il fotografo.
Ceva - Ormea - Eca Nasag.

 

Eca-Nasag  L'automotrice al cospetto della Torre dei Saraceni e del celebre costone di roccia, uno dei tanti marchi distintivi della linea.
Ceva - Ormea - Eca-Nasag

 

Ormea.  Sosta estiva al capolinea...
Ceva - Ormea - Ormea.

 

Ormea.  ...e nella neve d'inverno, quando bisogna chiedere al macchinista se cos gentile da spostare l'automotrice quei 5 metri per avere la cabina al sole!
Ceva - Ormea - Ormea.

 

Nuovo! Ormea.  Ma la neve del XXI secolo non certo paragonabile alle nevicate "vere" degli anni '80, come questa del febbraio 1986, ritratta da Franco Dell'Amico.
Ceva - Ormea - Ormea.

 

Ormea.  L'autobus del servizio sostitutivo attende sul marciapiede. A partire dal 1998 la ferrovia stata infatti chiusa per tutte le estati, fino al 2012 quando stata definitivamente chiusa.
Ceva - Ormea - Ormea.

 

Ormea.  La stazione ancora sorprendentemente integra, ma il piazzale, che era cos pulito e perfetto, ora quasi una foresta (e nel giro di un paio di anni spariranno anche tutti i binari tranne il primo). Anche qui si percepisce il senso progressivo di un abbandono della ferrovia, dei suoi modi. E da giugno a settembre, dal 1998 in poi, non ci sono stati pi treni: gran bella scelta, visto il brulicare di turisti estivi per il paese. Ogni (amaro) commento superfluo.
Ceva - Ormea - Ormea.

 

Aosta - Pre Saint Didier

Profilo della linea.  Si notano le 18 gallerie e soprattutto la cospicua rampa, interrotta solo dai piani orizzontali delle stazioni e da una breve contropendenza dopo Avise. Buffi a rileggerli ora, i nomi "autarchici": Villanova Baltea per Villeneuve e Valdigna d'Aosta per Morgex (mentre Pr indicato come tale, e non con l'effimero nome di San Desiderio Terme).
Ingrandisci
Aosta - Pre Saint Didier - Profilo della linea.

 

Pre S.Didier. (Ed. Fotocelere viaggiata 1955) La stazione capolinea, con in sosta un convoglio composto da due delle otto carrozze costruite dalle Officine Moncenisio, tipiche della linea. Alla trazione, una delle tre locomotive E.400 (Savigliano, 1929), anch'esse realizzate appositamente per questa linea, che al tempo era tra le primissime elettrificate con l'allora nuovo sistema a corrente continua a 3000 V (la Benevento-Foggia, su cui le FS sperimentarono il nuovo sistema, fu esercitata a trazione elettrica dal marzo 1928).
Aosta - Pre Saint Didier - Pre S.Didier.

 

Foto 38-47/65  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>

[Indice della sezione / This Section]   [Articolo principale / Main Page: AUTOMOTRICI]

[Home page]