Foto 60-69/70  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>   (foto singola)

Autunno e inverno

Nuovo! Molinetti.  L'ultima foto della giornata, nella luce caldissima delle 17, ritrae la curva a valle di Molinetti, sullo sfondo della casa di Niusci e di un appennino affascinante e ancora invernale.
Autunno e inverno - Molinetti.

 

Anni '80 - Marco Felisa

Casella Paese.  Marco Felisa, architetto spezzino trapiantato a Milano, ha sempre conservato un forte legame, affettivo e fotografico, con il trenino, grazie anche agli zii che abitavano proprio a Casella. Così anche i lettori del XXI secolo possono ripercorrere gli anni '80, gli ultimi con la linea aerea d'origine, prima del rifacimento integrale del 1991.

Un giorno di febbraio del 1985 la A7 ex Spoleto-Norcia è pronta a partire dal capolinea tra cumuli di neve, in una splendida giornata di sole.

Anni '80 - Marco Felisa - Casella Paese.

 

S.Olcese Tullo.  Lo stesso giorno, la gemella A4 lascia Tullo e inizia la sequenza di tornanti in discesa verso Vicomorasso.
Anni '80 - Marco Felisa - S.Olcese Tullo.

 

Casella Paese.  Nel febbraio 1987, stavolta senza neve, la A1 ex Val di Fiemme arriva a Casella.
Anni '80 - Marco Felisa - Casella Paese.

 

Casella Deposito.  La luce invernale e radente contribuisce all'atmosfera di deposito mentre sono in sosta la A7 e la A6.
Anni '80 - Marco Felisa - Casella Deposito.

 

Niusci.  Rendez-vous vintage tra la A7 e una Fiat 126 altrettanto colorata e altrettanto d'epoca, sulla Provinciale di Sant'Olcese.
Anni '80 - Marco Felisa - Niusci.

 

Flash back

S.Olcese.  Retrocendedo ancora un po' nel tempo, grazie alle foto di Alberto Perego, si può dare uno sguardo ad altri aspetti della ferrovia, oggi perduti: i locomotori B.51 e B.52 ex Ferrovia Val di Fiemme (Carminati & Toselli/TIBB, 1929), la colorazione verde, che precedette quella amaranto, e infine lo sguardo aperto sui tornanti di Sant'Olcese, prima che la crescita del bosco degli ultimi anni li celasse alla vista. Il locomotore B.52 al traino di tre carrozze ha appena lasciato la fermata di S.Olcese Chiesa, posta tra le due gallerie, e si dirige in discesa verso Vicomorasso. Sulla destra la linea sale verso S.Olcese Tullo, situata oltre l'estremità superiore destra dell'inquadratura.
Flash back - S.Olcese.

 

Niusci.  Lo stesso treno, più a nord, transita accanto alla casa di Niusci, un po' meno fresca d'intonaco rispetto a oggi, ma già allora in grado di connotare la scena. I carrelli dei B.51 e B.52 vennero poi riutilizzati sulle elettromotrici Firema A8 e A9 del 1993, tuttora in servizio. Infine il B.51 è stato restaurato/ricostruito ed è conservato come mezzo storico sulla Ferrovia Trento-Malè.
Flash back - Niusci.

 

Torrazza.  Una cartolina vintage mostra un treno fermo in stazione di Torrazza (il toponimo San Bernardo è legato alla chiesa poco oltre la stazione).
Flash back - Torrazza.

 

Campi.  Emilio Cogorno (1930-2016) si è dedicato con passione a questa linea ed è stato anche presidente dell'Associazione Amici della Ferrovia Genova - Casella. Il suo libro "Viaggiando e ricordando per Genova e dintorni"" (Nuova Editrice Genovese, 1998) è la testimonianza affettuosa del legame con la ferrovia, fin dalla più tenera età. La fotografia, scattata a Campi nell'estate 1931 dal padre di Emilio, mostra un locomotore Breda al traino di tre vetture. Sullo sfondo si riconosce il portale della galleria in direzione Trensasco, oggi nascosta dalla vegetazione. I due bimbi sul prato sono proprio Emilio e sua cugina. Sulla vetta, il Forte Diamante.
Flash back - Campi.

 

Foto 60-69/70  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>

[Indice della sezione / This Section]   [Articolo principale / Main Page: Ferrovia Genova-Casella]

[Home page]