Foto 17/41  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>   (10 foto)
Ortofoto Messina.  Anche in questo caso descriviamo le manovre grazie alla foto aerea. La nave Ŕ arrivata nell'invaso. La locomotiva diesel, sempre con l'ausilio di pianale e carrozza scudo, estrae le sezioni dalla nave e le ricompone in un unico convoglio, indipendentemente dal fatto che, in genere, esso avrÓ due destinazioni, Siracusa e Palermo. A differenza di Villa S.Giovanni, qui la stazione marittima Ŕ direttamente collegata a Messina Centrale, con un dislivello molto minore e senza necessitÓ di invertire la marcia: la D.145 pu˛ quindi trainare il treno direttamente sul binario di Messina Centrale. A questo punto il treno viene diviso in due ed Ŕ la stessa D.145 che sposta sul binario accanto la metÓ a sud, di solito destinata a Palermo. Le due locomotive elettriche possono ora attestarsi ai treni e quindi partire. Nel senso inverso, le locomotive elettriche vengono staccate e i due treni vengono ricomposti in un unico convoglio sul binario di Messina Centrale (manovrando con la D.145 lato sud), di modo che Ŕ l'intero convoglio ricomposto ad essere spinto verso la nave.
Attraverso lo stretto - Ortofoto Messina.

[Indice della sezione / This Section]   [Articolo principale / Main Page: SICILIA E CALABRIA]

[Home page]