Foto 1-15/58  ^ Indice ^   Pag. successiva >>   (foto singola)

SATTI - Canavesana

 Pont.  Sfruttando un sabato fortunatamente sereno, a novembre 2014 mi dedico alla Rivarolo-Pont, unica tratta rimasta non elettrificata della ferrovia canavesana già SATTI, ora GTT, su cui mancavo da anni. A Pont non c'ero proprio mai stato, dato che la tratta da Cuorgné a Pont era anche rimasta a lungo interrotta per alluvione. Arrivo a Rivarolo in Minuetto GTT (le bici pagano un biglietto intero come fossero un viaggiatore: complimenti per il riguardo alla mobilità ciclistica...) e da qui proseguo su Pont in largo anticipo rispetto alla corsa di mezzogiorno. Rivarolo e Pont sono separati da 15 km in orizzontale ma... 150 m in verticale! Non è proprio una passeggiata, ma si fa senza problemi.

Alle 12.45 arriva la prima delle 4 corse (2 coppie) del mezzogiorno: la attendo fuori dalla stazione, con un'inquadratura millimetrica in cui le stesse automotrici nascondono la decina di bus parcheggiati sul piazzale.

SATTI - Canavesana - Pont.

 

 Pont.  La coppia di automotrici sosta una decina di minuti prima di ripartire. Si tratta di ALn 668 corrispondenti alla serie 1800 delle FS, costruite da Fiat Materfer nel 1972/73 per la Ferrovia Torino Ceres (FTC) in un totale di 7 esemplari (M001-M007) più 5 rimorchi. Inizialmente colorate in arancio, come le unità accantonate visibili sullo sfondo, hanno ricevuto la livrea unificata GTT nei primi anni 2000. Ricordo che fin verso il 2002 sulla Canavesana circolavano anche le precedenti D1-D10 SATTI del 1961, equivalenti alla serie 1400 FS e colorate in rosso e giallo (foto).
SATTI - Canavesana - Pont.

 

 Salassa.  Lasciata Pont, punto verso Salassa. Sarebbe tutta discesa, ma il tempo non è tantissimo e mi lascio sedurre da un cartello "circonvallazione". Mai fidarsi delle strade moderne! Dopo un periplo infinito, inchiodo a Salassa che mancano meno di 2 minuti all'arrivo del treno, e devo ancora arrampicarmi sulla catasta di cemento. Ma ce la faccio!
SATTI - Canavesana - Salassa.

 

 Salassa.  Per l'ultimo ritorno, scelgo un bel prato con alberi ancora autunnali a pochi passi dalla stessa fermata di Salassa. Sulla Rivarolo-Pont nel 2014 le corse si effettuano solo nella fascia di punta del mattino e nel primo pomeriggio, il resto sono bus: situazione certo non rosea, ma comunque molto meglio del resto del Piemonte FS...
SATTI - Canavesana - Salassa.

 

 Pont.  Ma uno dei motivi che mi avevano spinto fin qui era il sapere che a Pont da qualche tempo era presente la storica Littorina ALn 40.004: costruzione Fiat del 1936, fa parte delle 5 unità cedute quasi nuove dalle FS alla Canavesana nel 1943; restaurata nel 1985 è stata usata per un po' come mezzo storico e poi abbandonata a se stessa, dapprima a Rivarolo, ora appunto a Pont, all'aperto... vabbé.
SATTI - Canavesana - Pont.

 

 Pont.  Benché su un tronchino e contro il paraurti, a mio avviso la littorina si presta a una gran varietà di inquadrature, tutte ricche di fascino e tutte necessariamente "millimetriche", per escludere la decina di autobus blu fosforescenti sparsi ovunque!
SATTI - Canavesana - Pont.

 

 Pont.  La colorazione attuale riproduce quella tradizionale FS in castano e Isabella. Va detto che la colorazione storica SATTI vedrebbe il castano anche sulla cassa, lasciando l'Isabella solo alla fascia dei finestrini (e in tal modo era stata verniciata nel restauro del 1985). Ma siccome non è che sulla rete FS le littorine originali si incontrino in ogni stazione, a mio avviso anche la versione FS è la benvenuta.
SATTI - Canavesana - Pont.

 

 Pont.  Collage di sguardi e dettagli. Nel 2018 l'ALn 40.004 e la gemella 001 (che nel 2014 era ricoverata nella rimessa di Pont) verranno cedute a Fondazione FS nell'ipotesi di un successivo restauro.
SATTI - Canavesana - Pont.

 

 Pont.  In stazione indugio anche sulle tre automotrici accantonate, ancora nella bella colorazione arancio FTC. Curiosamente la M.004 sembra sia stata ridipinta di fresco, ma solo da un lato... boh!
SATTI - Canavesana - Pont.

 

Favria.  Un mese più tardi, l'alba a Favria si presenta gelida ma estremamente tersa, mentre è in partenza la corsa delle 9 per Rivarolo.
SATTI - Canavesana - Favria.

 

Salassa.  Il piccolo fabbricato di stazione fa da giusto contorno alla coppia di automotrici del mezzogiorno.
SATTI - Canavesana - Salassa.

 

Salassa.  Il prato a nord di Salassa si apre sulla vista della Punta di Quinseina (è proprio lo stesso prato in una foto di 13 anni prima).
SATTI - Canavesana - Salassa.

 

Feletto  Sulla tratta elettrificata a sud di Rivarolo transitano soprattutto i Minuetti GTT e la loro evoluzione a 4 elementi "Coradia", analoga ai Malpensa Express lombardi e riconoscibile per il frontale molto più blu.
SATTI - Canavesana - Feletto

 

Bosconero.  Non mancano alcune corse svolte con gli Y530, una piccola serie di 7 elettrotreni di costruzione Fiat Savigliano del 1997, caratterizzati dall'allora innovativa struttura a piano ribassato.
SATTI - Canavesana - Bosconero.

 

Bosconero.  A metà mattina due Coradia GTT transitano accanto a una maestosa ma abbandonata cascina, poco a sud di Bosconero.
SATTI - Canavesana - Bosconero.

 

Foto 1-15/58  ^ Indice ^   Pag. successiva >>

[Indice della sezione / This Section]

[Home page]