Foto 2-11/25  ^ Indice ^   Pag. successiva >>   (foto singola)

Treni d'autore

Patellani. Bagnanti domenicali, 1948. Una motrice interurbana dell'ATM traina i suoi rimorchi affollati di viaggiatori. La didascalia originale senz'altro curiosa perch viene spontaneo domandarsi: "dove andavano a bagnarsi questi bagnanti?". La prima cosa che viene in aiuto la "X" sul finestrino della motrice, che identifica la linea di Limbiate (ogni linea aveva un simbolo differente). A questo punto con un po' di pazienza un amico riuscito a trovare il punto esatto: siamo poco oltre Castelletto di Palazzolo, l'elemento a lunetta sotto la finestra centrale non lascia dubbi (Street View). Si riconosce anche il palazzo sullo sfondo, oggi in abbandono (Street View), e si intuisce la torretta del Castelletto stesso (cartolina del tempo di guerra, databile grazie ai parafanghi bianchi). Dove andavano dunque a bagnarsi? Ormai semplice rispondere: nel Canale Villoresi, che era proprio l a due passi, e magari anche nel laghetto della vicina cava, ancor oggi esistente. Infine la foto presa nel pomeriggio e il tram "ascendente": i bagnanti non erano dunque campagnoli limbiatesi ma assai pi numerosi milanesi, che andavano "fuori porta".
Treni d'autore - Patellani.

 

Patellani. Carbonia, 1950. 
Treni d'autore - Patellani.

 

Patellani. Puglia, 1947. La locomotiva delle Ferrovie del Sud Est, una tre assi di costruzione tedesca.
Treni d'autore - Patellani.

 

Zovetti. Quartiere Isola. Il treno di elettromotrici Varesine percorre la linea per la stazione di Milano Porta Nuova, costeggiando il quartiere Isola, dove oggi sorge la stazione di Porta Garibaldi.
Treni d'autore - Zovetti.

 

Zovetti. Monte Stella. Una delle immagini pi celebri di questo autore, con la chiesa di S.Maria Nascente (Magistretti e Tedeschi, 1954-55).
Treni d'autore - Zovetti.

 

Zovetti. Periferia di Milano. Lungo uno dei sottopassi della linea ferroviaria di cintura.
Treni d'autore - Zovetti.

 

Merisio. Stazione Centrale. Celeberrimo scatto con la luce che penetra dai lucernari delle tettoie.
Treni d'autore - Merisio.

 

Merisio. Pontida, 1964. Pepi Merisio stato tra l'altro uno dei primi fotografi italiani ad utilizzare stabilmente anche il colore, come in questa immagine invernale della linea Lecco-Bergamo.
Treni d'autore - Merisio.

 

Merisio. Ponte di Borgoforte, 1969. Una 625 traina il suo merci lungo la Mantova-Modena.
Treni d'autore - Merisio.

 

Merisio. Como, 1974. La carrozza di coda di un treno delle Ferrovie Nord Milano a Como Lago.
Treni d'autore - Merisio.

 

Foto 2-11/25  ^ Indice ^   Pag. successiva >>

[Indice della sezione / This Section]

[Home page]