Foto 18-27/33  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>   (foto singola)

Verso Affori

 V.le Rubicone.  La primavera 2010 è l'ultima del servizio regolare con la storica elettromotrice 92, tipo Reggio Emilia (Reggiane, 1928), che arriva a Milano con la corsa delle 7.30.
Verso Affori - V.le Rubicone.

 

 Via V. Da Seregno.  Il capolinea di Affori è stato realizzato nel 1999, quando entrambe le linee, di Desio e di Limbiate, sono state sfrattate dal capolinea tradizionale di via Valtellina, risalente al 1958. Fino all'attivazione della M3 a Comasina, la linea di Limbiate, ormai isolata dalla rete urbana, partiva da qui, con collegamenti verso il centro città affidati solo a bus.

La Reggio Emilia, scaricati i suoi viaggiatori, effettua il "salto" intorno ai rimorchi, per poi ritornare a Varedo.

Verso Affori - Via V. Da Seregno.

 

 V.le Rubicone.  In un marzo ancora pienamente invernale, la Reggio Emilia ritorna verso Varedo trainando i suoi quattro rimorchi. Dall'autunno 2010 resteranno in uso solo i Bloccati, facendo scomparire l'ultimo servizio tranviario italiano con motrice + rimorchi.
Verso Affori - V.le Rubicone.

 

In città

 Via Messina.  Fino ai primi anni 2010, l'arancio era il colore dominante di tutto il servizio tranviario urbano. Lo ricordo con alcune immagini, cominciando con una vettura a carrelli che sosta sui binari di accesso del Deposito Messina. L'edificio di sfondo, che verrà restaurato negli anni seguenti con il nome commerciale di "Fabbrica del Vapore" è l'ex stabilimento Carminati & Toselli, chiuso negli anni '30 e specializzato proprio in veicoli tranviari.
In città - Via Messina.

 

 Via Galilei.  Una vista invernale e 100% milanese, con due Carrelli che si incrociano all'angolo tra via Galilei e la linea di circonvallazione.
In città - Via Galilei.

 

 Corso Sempione.  Un altro incrocio, stavolta estivo, tra l'1 e il 19, lungo uno degli assi in cui da sempre le Carrelli sono di casa.
In città - Corso Sempione.

 

 Cordusio.  Revisionate negli anni '90 con la perdita del faro rotondo originale e del vetro frontale diviso in due metà, le vetture articolate 4600 e 4700 hanno proseguito la loro lunga carriera in livrea arancio con banda nera, prima di diventare a tinta unica arancio e infine gialle. La 4729 in servizio sul 2 svolta da via Tommaso Grossi verso via Orefici sullo sfondo di uno dei nobili palazzi del Cordusio.
In città - Cordusio.

 

 Cinisello Balsamo.  Le vetture articolate 4800 Jumbo tram, realizzate all'inizio degli anni '70 unendo insieme due vetture a carrelli degli anni '50, hanno concluso il servizio nel 2010. Probabilmente l'ultimo viaggio è stato proprio il tram fotografico del 12 dicembre 2010 della 4833, che si è spinta fino al capolinea del 31 a Cinisello Balsamo. Sulla via del ritorno, è fotografata appena prima di rientrare a Milano.
In città - Cinisello Balsamo.

 

Estate 2021

 Varedo.  Siamo tornati al presente. Oltre che sui filobus degli anni '80 e '90 e sui tram 4900 non ancora revisionati, l'arancio è presente sui Bloccati della tranvia di Limbiate, eterni e redivivi dopo ogni tentativo di chiusura della loro linea. Nella primavera 2021 volge al termine il restauro della ex sottostazione elettrica proprio accanto al deposito di Varedo, che era ingabbiata dai ponteggi da tempo immemore. Anche nelle giornate più lunghe di giugno, la luce riesce ad arrivare proprio al limite dell'ultima corsa del mattino e il traffico non aiuta: piazzandomi a centro strada, ritaglio millimetricamente questa nuova inquadratura.
Estate 2021 - Varedo.

 

 Cormano.  L'indomani mi dedico al servizio pomeridiano, ciclotrasportandomi a nord del raddoppio di Cormano. Da un lato i campi, dall'altro la villa suburbana La Gioiosa, oggi residenza per anziani.  
Estate 2021 - Cormano.

 

Foto 18-27/33  << Pag. precedente   ^ Indice ^   Pag. successiva >>

[Indice della sezione / This Section]   [Articolo principale / Main Page: TRAM]

[Home page]